Foglie di Alessandria: un lassativo naturale

Cosa sono le foglie di Alessandria?

Le foglie di Alessandria (Egitto) o foglie provengono da una pianta chiamata cassia La stretta foglia (Cassia senna) e appartiene alla più ampia famiglia di Cherdopon. Questa pianta è conosciuta con il nome latino Cassia angustifolia e ha svolto un ruolo importante nella storia della medicina, a cominciare dalla medicina popolare di molti secoli fa, e, infine, la medicina come si è sviluppata come è conosciuta oggi!cassia-raspberry-ketone-italia

La Cassia, noto anche come il nome Senna (nome acquisito da due medici arabi in Serapione e Mesuè), coltivata principalmente a Khartoum e la Nubia, mentre è stato diretto da Europa e Asia dal Mediterraneo, con i cammelli attraverso il fiume Nilo!

In particolare il 11° secolo, cassia, è arrivato nel porto di Venezia, mentre è stato diffuso nel resto d’Europa dopo la fine del Medioevo.

NOTA: la cassia (vale a dire le foglie Alessandria) già utilizzata negli anni ’50 come un potente lassativo naturale!

La pianta e la sua importanza

La Cassia è una pianta cespugliosa con un’altezza che va da 1/2 a 2 metri, coltivate principalmente in India e nei paesi del Mar Rosso.

Le foglie sono ovali, non fluff, mentre i fiori sono di grandi dimensioni, lucidare colorata, con sepali liberi di forma leggermente irregolare.

La Cassia produce frutti che sembrano il frutto del chicco, che è ampia e contiene circa 5-6 semi in ognuno di loro!

ATTENZIONE: I frutti di Cassia sono raccolti ed essiccati, e utilizzato per creare una bevanda calda contro la stitichezza!

Nel mondo ci sono circa 250 specie di foglia di Alessandria, mentre il tipo classico e più popolare è l’Alessandrino Senna, si trova ed è disponibile nelle negozi specializzati con erbe curative.

Perché le foglie di Alessandria sono diventate così famose?

Le foglie di Alessandria, come già accennato, sono usate per molti anni come un lassativo naturale (molto attivo e forte!) … Ma che è la sostanza contenuta dando loro una tale proprietà?

Il principio attivo nelle foglie di Alessandria è una sostanza con il nome di acido reina, come di fatto utilizzato in molte formulazioni commerciali lassative farmaceutiche. Essi contengono anche un’altra sostanza (con eccellenti proprietà lassative), glicosidi antrachinonici

Ci sono anche sostanze con il nome sennosides sennosides A e B, che operano nel colon e facilitare il trasporto di materiale fecale. Poiché queste sostanze (dopo l’idrolisi e la degradazione dei batteri presenti nell’intestino) l’antrachinone sostanza prodotta menzionato sopra.

Infine, le sostanze kassiako e acido reina contenute nelle foglie di Alessandria, raggiungono una forte attività antibatterica e antimicotica nel sistema gastrointestinale del corpo!

Le foglie di Alessandria…come una medicina?

Le foglie di Alessandria sono preparate come una bevanda calda. In acqua calda, aggiungere le foglie di Cassia e dei suoi frutti (5-6 complessivo massimo) e lasciarle per circa 6-12 ore. Poi filtrarle e bere.

ATTENZIONE: La bevanda calda comincia ad agire circa 8-12 ore dopo l’uso (a seconda della risposta del corpo)!

Che cosa devo sapere prima di usare questa bevanda calda?

  • E’ vietato di essere utilizzato da individui che soffrono di ileo.
  • Da non utilizzare (senza parere medico line) da parte delle donne in gravidanza o in allattamento.
  • Una immediata sospensione del suo uso se c’è un colore rosso osservato nelle urine.
  • Il suo utilizzo può causare un leggero dolore addominale, dolori o crampi.
  • Non essere preso da persone con malattie infiammatorie del sistema intestinale.
  • Non essere usato regolarmente per un lungo tempo !!!
Salute & Benessere , , ,

Comments are closed.